Crème brûlée alla lavanda – Provenza II° parte


Dopo una vacanza come si deve in Provenza, la ricetta con la lavanda ci sta tutta.
Visto che ci siamo, condisco il tutto con qualche foto e qualche indirizzo di Aix En Provance…dovesse mai essere utile.

Ingredienti:
8 tuorli
100 gr di zucchero
500 ml di panna fresca
un pizzico di vaniglia (rapunzel, di sicuro :-) ) o i semini estratti dalla stecca
zucchero per caramellizzare alla lavanda:
basta lasciare per qualche settimana il barattolino dello zucchero chiuso con qualche fiore secco di lavanda, poi togliere i fiori e lo zucchero profumato è pronto!

Procedimento:
Preriscaldare il forno a 150°;
Sbattere i tuorli -meglio se sono a temperatura ambiente- con lo zucchero finché diverranno bianchi e spumosi,
aggiungere la panna e la vaniglia, mescolando senza inglobare aria nel composto (non sbattere!) eventualmente schiumare le eventuali bollicine che si formeranno in superficie;
questa operazione è molto importante, altrimenti durante la cottura in forno la parte con le bollicine verrà in superficie e si separerà dalla crema, acquisendo un sapore decisamente frittatoso.
Trasferire la crema ben liscia nelle coppettine individuali, io ne ho utilizzate 8, precedentemente immerse in una teglia con acqua – 2 dita – per la cottura a bagno maria;
Infornare per 1 oretta circa, finché ai lati la crema si sarà solidificata, ma al centro dovrà restare morbida;
Togliere dal forno e far raffreddare nella teglia con l’acqua, quindi riporre in frigorifero per almeno 2 ore.
Al momento di portare in tavola, spolverizzare con lo zucchero alla lavanda la superficie, 1 o 2 cucchiai, e bruciare velocemente con il cannello o se ce l’avete usare il ferro apposito (io ho comprato il cannello e mi trovo bene, lo uso anche per la catalana).
Servire subito.

14 thoughts on “Crème brûlée alla lavanda – Provenza II° parte

  1. Isabilla, che meraviglia! Deve essere di una delicatezza incredibile! Giuro che la proverò! Ho già cucinato molto con la lavanda (perfino un risotto), ma la crème brûlée mi manca. Delicatissime anche le foto. E la Rapunzel è mitica! Buon weekend, Alex

  2. alex, risotto con lavanda? :-) racconta racconta..

    cannella, io adoro la lavanda;
    ne piantai 3 piccole piantine in giardino anni fa, ora sono diventate dei cespugli selvaggi ma mi assicurano la scorta di lavanda per tutta la casa!

    ciao adrenalina, e grazie :-D
    i prodotti rapunzel io li trovo in un super bio, tipo bionatura, credo si chiami.
    Ho provato anche altri prodotti, tuti ottimi!

    giovanna, altroché, produttivissima!
    mi sono inozzata di cibo per provare di tutto,
    perfortna che il mio hotel distava un po’ di km dal centro, così per non prendere la macchina partivo a piedi e smaltivo tutto il cibo che mi strafogavo!

    francesca: hai ragione, sto raccogliendo gli indirizzi e le foto, per il prossimo post, domani lo pubblico!
    grazie ;_*

    susan, ciao!
    Io sto bene, and you?
    I’m so glad to see your comment..great surprise!
    grazie, :-*

  3. Allora, il mio risotto alla lavanda lo trovi nel nostro archivio ricette alla voce Primi. Ho provato a copiare il link qui nel commento ma non ho capito come si fa :-(
    Ieri ho sfornato anch’io un dolce con la lavanda … coming soon on our blog :-)
    Un abbraccio, Alex

  4. Ottima ricettina Isa.
    E poi dopo lo zucchero alla cannella (che è in “corso d’opera”) quello alla lavanda sarà il prossimo che farò :-D
    Ho mangiato un paio di mesi fa una bavarese al the verde e fiori di lavanda: era semplicemente strepitosa !!!

  5. max – ma certo che mi puoi aggiungere nei tuoi link, grazie :-) , mi fa piacere

    sandra: graaazzzie!
    son contenta che ti piacciano!

    jajo: ciao! ottima idea la bavarese al thé verse + lavanda, da provare.

    dolcetto: grazie, sei molto carina :-)

Leave a Reply to Dolcetto Cancel reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>